Seleziona una pagina

Allenare il muscolo pubococcigeo, attraverso i 4 esercizi che troverai in questo post, è uno degli aspetti fondamentali per risolvere i tuoi PROBLEMI DI EREZIONE o EIACULAZIONE PRECOCE.

Spesso le cause della disfunzione erettile possono essere di tipo psicologico (stress, bassa autostima, seghe mentali, relazioni insane) ma altre volte invece, dipende dalla mancanza di attività fisica, da uno stile di vita sedentario e dalle troppe ore passate davanti al computer.

Nel secondo caso, infatti, una delle soluzioni è quella di tenere il muscolo pubococcigeo ben allenato.

 

PERCHÉ ALLENARE IL MUSCOLO PUBOCOCCIGEO?

Dal punto di vista fisico, l‘aspetto fondamentale che determina un’erezione solida e duratura, è quello di avere un buon livello di testosterone e un pavimento pelvico sano e in forma.

Il pavimento pelvico, che si estende dall’osso del pube fino al coccige, è quell’insieme di muscoli nell’uomo che sostengono la vescica, il retto e l’apparato riproduttivo (nonché la nostra soddisfacente vita sessuale.)

Nello specifico, oggi, a noi interessa capire come allenare il muscolo pubococcigeo:

muscolo pubococcigeo

Un muscolo che ha la funzione di controllare la minzione e l’eiaculazione, e se si indebolisce, può provocare:

  • incontinenza;
  • disfunzione erettile;
  • eiaculazione precoce.

 

Tutte problematiche che spesso possono essere risolte, semplicemente “rieducando” e “riabilitando” il pavimento pelvico con dei semplici esercizi.

Non prendere sotto gamba questo problema e impara a prevenirlo, perché esso arriva quando meno te l’aspetti,  magari mentre sei in giro per il mondo, in luoghi dove l’andrologo non è certo una figura facile da trovare.

Per questo devi imparare a prevenire i problemi e curare te stesso, in ogni momento, meglio se in modo naturale e senza medicinali.

 

MIGLIORA LA TUA VITA SESSUALE

Molti non sanno che il pene non è un muscolo, quindi di per sé non può essere allenato. L’erezione avviene nel momento in cui il sangue scorre e va a riempire i corpi cavernosi di cui è composto, grazie al supporto del muscolo pubococcigeo.

Per questo, allenare il muscolo pubococcigeo e mantenerlo sempre in forma, ti consente di avere erezioni più solide e durature. Perché aumenta l’afflusso di sangue al pene e migliora il controllo dell’orgasmo, eliminando così anche il problema dell’eiaculazione precoce.

 

NOTA

Oltre alla sfera sessuale, numerosi studi scientifici hanno provato che l’allenamento del muscolo pubococcigeo ha importanti risvolti sulla salute.

Allenando questo muscolo con le contrazioni, aumenti l’afflusso sanguigno ed è come se eseguissi un massaggio alla prostata. Questo ti aiuterà a prevenire molti problemi – tra cui ad esempio l’incontinenza – tipici di quando non si è più in giovane età.

Dedicare quindi 5 minuti al giorno per svolgere questi esercizi, è un ottimo investimento per il tuo futuro, fuori e dentro le lenzuola.

 

UNA CONOSCENZA MILLENARIA!

Questi esercizi vengono praticati da millenni nelle tradizioni orientali come il tantra, lo yoga e le tecniche taoiste. Essi creavano le condizioni ideali per avere orgasmi maschili multipli, a quanto pare.

Oggi purtroppo di quegli antichi insegnamenti è rimasto solo il nome, la maggior parte delle stupidaggini che vedi in giro non sono altro che esercizi di fitness arricchiti di canti, incensi e bandiere tibetane, giusto per far sembrare la cosa più esoterica e “spirituale”.

 

GLI ESERCIZI DI KEGEL TI POSSONO AIUTARE

In questa civiltà “moderna” però, c’è qualcosa che possiamo ancora fare. Esistono degli esercizi conosciuti in ambito medico con il nome di esercizi di Kegel che possono aiutare a risolvere diverse problematiche del pavimento pelvico maschile e femminile.

Noi nello specifico andiamo a vedere come allenare il muscolo pubococcigeo, attraverso delle contrazioni che lo rafforzano e ti permettono di avere maggior controllo su di esso.

 

IL VERO SEGRETO DEI PORNOATTORI

Questi esercizi sono estremamente diffusi nel mondo del cinema porno, nel quale gli attori devono saper controllare al meglio la propria erezione e il proprio orgasmo.

Non c’è nulla di strano o inventato. Durante il sesso o la masturbazone avvengono delle contrazioni involontarie del muscolo pubococcigeo (le puoi sentire chiaramente negli attimi prima dell’eiaculazione). Meno il muscolo è allenato, più le contrazioni sono involontarie e difficili da controllare. Maggiori sono le contrazioni, più rapidamente arrivi all’orgasmo.

Per questo devi imparare a controllare le contrazioni a piacere, se vuoi durare quanto ti pare e piace. Inoltre, il muscolo pubococcigeo ha anche la funzione di “pompare” il sangue nel pene, quindi più è allenato più l’erezione sarà consistente e duratura.

 

Ma adesso basta parlare e vediamo insieme i 4 esercizi pratici per allenare il muscolo pubococcigeo, già oggi stesso.

 

1) IDENTIFICARE IL MUSCOLO

Il primo esercizio serve a identificare il muscolo pubococcigeo, per capire bene dove si trova e come contrarlo e allenarlo.

In pratica, è quel muscolo che contrai e che puoi sentire chiaramente, quando blocchi il flusso mentre fai la pipì.

Fai questo esperimento:

  • siediti con la schiena dritta e i piedi ben appoggiati a terra.
  • Immagina di avere un bisogno impellente di urinare e trattieni la pipì.
  • Prova proprio a eseguire quella contrazione che fai per trattenere la pipì.
  • Concentrati sulle sensazioni nella zona tra il pene e l’ano e senti qual è il muscolo che stai contraendo.
  • Ripeti l’esperimento più volte finché non ti è ben chiaro il muscolo che stai utilizzando.
  • Oppure, molto più semplicemente, la prossima volta che vai in bagno, prova direttamente a fermare per alcune volte il flusso della pipì e memorizza il muscolo che stai utilizzando per farlo.

 

Ecco, hai appena trovato il muscolo pubococcigeo che dovrai allenare e rafforzare.

 

2) RAFFORZARLO CON LE CONTRAZIONI

Il secondo esercizio serve per rinforzare il muscolo. È un allenamento vero e proprio, così come vai in palestra per rendere più forti i muscoli, allo stesso modo devi allenare il muscolo pubococcigeo per rendere più efficace la tua erezione.

  • Contrai il muscolo pubococcigeo e tienilo contratto per circa 4 secondi con la massima intensità possibile.
  • Rilascialo per altri 4 secondi.
  • Ripeti 10 volte questa sequenza.
  • Nei giorni successivi cerca, gradualmente, di aumentare la durata delle contrazioni, fino ad arrivare a 10 secondi di contrazione e 10 di pausa.

 

Durante le contrazioni continua a respirare normalmente e tieni rilassato tutto il resto del corpo.

Non bloccare il respiro quando tieni il muscolo pubococcigeo contratto e non contrarre altre parti del corpo. Se contrai anche le natiche o gli addominali o le gambe, non stai facendo l’esercizio correttamente.

Puoi fare questo esercizio da seduto, da sdraiato o in piedi, è indifferente.

 

3) ALLENARE LA TUA CAPACITA’ DI CONTROLLO

Il terzo esercizio serve per allenare il controllo del muscolo pubococcigeo.

L’esercizio è simile a quello precedente, ma con la specifica differenza che devi contrarre gradualmente il muscolo e rilasciarlo altrettanto gradualmente.

  • Contrai gradualmente il muscolo pubococcigeo, contando fino a 4, fino ad arrivare alla massima contrazione possibile.
  • Rilascialo gradualmente nell’arco degli altri 4 secondi fino a rilassarlo completamente.
  • Ripeti 10 volte questa sequenza.
  • Anche in questo caso, man mano che fai pratica, aumenta gradualmente i tempi della contrazione e del rilascio fino ad arrivare a 10 secondi per contrarre e 10 secondi per rilasciare.

 

All’inizio potresti notare che la contrazione e il rilassamento avvengono un po’ a scatti. È assolutamente normale, soprattutto nella fase in cui lo rilasci, perché stai facendo fare un lavoro sia di forza sia di precisione che il tuo muscolo pubococcigeo non ha mai fatto.

Man mano che ti eserciterai, il movimento sarà sempre più fluido e sentirai il muscolo pubococcigeo sempre più in forma e allenato.

 

4) CONTRAI RAPIDAMENTE

Il quarto esercizio, invece, serve ad allenare la tua capacità di contrazione rapida.

  • Contrai e rilascia il più velocemente che puoi il muscolo pubococcigeo per 30 secondi.
  • Cerca di fare il massimo numero di contrazioni e rilascio che puoi in questo lasso di tempo.
  • Senza bloccare il respiro, mi raccomando.

 

All’inizio ti sembrerà un po’ strano e forse potresti anche non riuscirci. In questo caso rallenta un po’ le contrazioni e accellera la “serie” man mano che fai pratica.

 

ALCUNE RACCOMANDAZIONI IMPORTANTI

  • L’esercizio di fermare l’urina, eseguilo solo le volte necessarie a localizzare il muscolo pubococcigeo. Ma poi evita di farlo spesso perché può provocare infiammazioni.
  • Alcuni uomini, presi dalla smania di risolvere il proprio problema di erezione, esagerano con gli esercizi, ottenendo così fastidiosissime infiammazioni, soprattutto alle vie urinarie (meglio iniziare piano, massimo 5/10 minuti al giorno.)
  • Idealmente, la prima settimana svolgi solo l’esercizio 1 e 2 due per 4 secondi e vedi che sensazioni provoca nel tuo corpo. Poi la settimana successiva aumenta i secondi, fino ad arrivare a 10. Dopodiché, con lo stesso criterio di gradualità, aggiungi anche il terzo esercizio e poi il quarto.
  • Se l’esercizio ti provoca un’erezione durante lo svolgimento, puoi continuare tranquillamente l’allenamento.

 

QUANDO SVOLGERE QUESTI ESERCIZI?

La sequenza di questi esercizi richiede all’incirca meno di 5/10 minuti e l’ideale sarebbe svolgerli almeno una volta al giorno. 

Non occorre muoversi o fare smorfie, quindi nessuno dall’esterno si accorgerà che stai svolgendo questi esercizi (a parte forse le prime volte in cui stai imparando). Per questo puoi sfruttare i momenti morti della giornata come, ad esempio,  mentre sei in attesa del bus, durante le pause ai semafori in auto, mentre guardi la tv, etc.

L’importante è farli quotidianamente ed aumentare gradualmente l’intensità. È inutile e dannoso fare un super allenamento un giorno e poi non fare nulla per una settimana. Rischi soltanto fastidiose infiammazioni che ti consiglio vivamente di evitare.

 

LE TRE CHIAVI PER OTTENERE RISULTATI!

Ricapitolando, le tre chiavi per ottenere davvero delle solide erezioni e delle ottime prestazioni sessuali, grazie a questi esercizi, sono::

  1. la quotidianità;
  2. l’intensità crescente dell’esercizio;
  3. variare gli stimoli (gli esercizi sono differenti tra loro, proprio per stimolare e allenare il muscolo pubococcigeo in modo completo.)

 

E tu? Hai mai sofferto di questa problematica e c’è qualche altro consiglio che vuoi dare? Scrivi la tua esperienza personale qui sotto nei commenti…