fbpx

Come essere un Copywriter, felice come una Pasqua, anche a Natale.

Oggi vedremo 5 semplici regole per essere felici come una pasqua, anche se è Natale e tu sei un copywriter che vuole mollare.

Il mestiere del copywriter e dell’infomarketer non è tutto rose e fiori come la maggior parte pensa. Ci sono gatte da pelare ogni giorno, non indifferenti, che ti fan spesso venir voglia di buttare il computer all’aria e cambiar mestiere.

Per questo ogni tanto bisogna fare un piccolo pit stop, anche di qualche giorno se necessario, e riordinare le idee.

 

1) Mantieni il focus

Come copywriter, se vuoi fare un bel lavoro, devi informarti adeguatamente riguardo l’argomento e il prodotto su cui devi scrivere, devi leggere tutto il materiale, interiorizzarlo, farlo tuo, quasi a diventarne tu l’esperto, al pari del tuo stesso cliente.

Il problema nasce quando l’argomento ti appassiona e ti immedesimi talmente tanto, da perdere di vista qual è il tuo vero lavoro. Mi spiego meglio.

Ad  un certo ho iniziato a lavorare con un erborista naturopata, esperto di cure naturali, argomento che mi ha sempre affascinato.

Dovevo curargli il marketing ma, senza portartela alle lunghe, mi sono ritrovato anche a fare il commesso, il consulente benessere, mancava poco e mi sarei ritrovato anche a pulire in negozio.

Avevo perso di vista il focus e ovviamente ho ottenuto risultati scarsi sia come “consulente benessere” sia come “copywriter”.

 

2) Seleziona i tuoi clienti

Nel 2013, convinto da un’attraente e molto brava organizzatrice di eventi, ho deciso di virare e di aprire le porte dei miei corsi, servizi e consulenze anche ai commercianti.

Era un mercato decisamente più ampio e, apparentemente, più redditizio. Ma non erano assolutamente il tipo di persone con cui volevo lavorare.

Ci ho messo un po’ a capire da dove veniva questa mia insoddisfazione di fondo, fino a quando un bel giorno mi son chiesto: “Qual è il tipo di cliente con cui vuoi avere a che fare?”

La risposta è arrivata in piena notte, svegliandomi di colpo:

“Guidare gli infomarketer al successo, aiutarli a pubblicare best seller, ad organizzare corsi e creare campagne ads che portano risultati.”

E così ho fatto!

 

3) Schiarisciti le idee

A questo punto, prenditi del tempo e rispondi a queste 7 semplici domande, basandoti sulla tua esperienza:

  1. Quali sono i clienti che ti hanno dato maggiore soddisfazione in tutti questi anni?
  2. Che problema avevano e come l’avete risolto?
  3. Se tu potessi scegliere, oggi con che tipo di clienti preferiresti lavorare?
  4. Di quali servizi hanno bisogno esattamente? + profitto, + vendite, +guadagni, posizionamento seo, scrivere una sales letter (specifica nel dettaglio i servizi per cui vuoi essere contattato.)
  5. Come si dovrebbe svolgere il vostro rapporto lavorativo? Consulenza, collaborazione, partecipando ad un tuo corso, etc.
  6. Preferisci lavorare con singoli o fare lavori di gruppo?
  7. Quanto vuoi essere pagato?

Prendi in mano la tua vita lavorativa. Rispondi dettagliatamente a queste “semplici” domande.

 

4) Decidi le tue giornate

Se tu potessi scegliere, come dovrebbe essere la tua tipica giornata lavorativa?

Prova a immaginarla nei minimi dettagli:

  1. a  che ora inizi e a che ora chiudi?
  2. Che tipo di clienti vengono da te?
  3. Quante telefonate fai o ricevi?
  4. Quanto hai guadagnato a fine giornata?
  5. Quale parte del tuo lavoro faresti ogni giorno senza stancarti mai e cosa invece proprio elimineresti?

So che, a causa della forma mentis che la società ci ha donato, può risultare stupido o pretenzioso per un professionista “idealizzare” il suo cliente e la sua giornata.

Ma questa è la strada più veloce per essere felici davvero nella propria vita lavorativa ed anche privata.

 

5) Lavora meno, guadagnerai di più 

Lascia che te lo dica senza peli sulla lingua:

“Io amo e mi appassiona davvero il mio lavoro di copywriter e di infomarketer, ma se passo più di 5/6 ore al giorno davanti a un pc, inizio seriamente a sclerare!”

 

Il problema non è il tuo mestiere, bensì il modo in cui lo stai gestendo.

Devi comprendere che, sebbene ami la tua professione, anche se ti piace a tal punto che le ore volano mentre la svolgi, esistono anche altre priorità nella vita.

Prova a ripensare a tutte la lista delle cose che “un giorno vorresti fare”, o a tutte quelle promesse che non hai potuto mantenere, perché non avevi soldi o come spesso accade, non avevi il tempo.

Per essere felici, ma veramente felici, nella propria vita e nella propria professione, bisogna raggiungere un equilibrio, bisogna:

“Svolgere la professione che ami per il giusto compenso e con la libertà di svolgerla nel modo che più ci piace, senza compromessi di tempo o di spazio.”

Così sì che ti sembrerà di non lavorare un solo giorno della tua vita, come diceva Confucio.

 

In conclusione

Questi sono i 5 “semplici passi” per essere felici davvero, nella tua professione di copywriter e infomarketer.

La verità è che queste regole valgono un po’ per qualsiasi professione e in qualsiasi settore.

Ma la parola “semplici passi” non è messa tra virgolette per caso, perché tra il dire e il fare c’è di mezzo un oceano di cazzate e scuse varie che tutti noi ci raccontiamo.

Ora dimmi:

“Quanto ami davvero la tua professione? Qual è la parte che più adori e quale davvero vorresti eliminare? Ma soprattutto, sei pronto a cambiare ed entrare nella piccola cerchia di coloro che sono riusciti per davvero ad essere felici svolgendo questo mestiere?”

 

Condividi il tuo punto di vista qui sotto nei commenti (rispondo personalmente a tutti) …

 

Tag:

Condividi questo post con il mondo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

 

© 2009 · Cosimo Melle · Privacy