Seleziona una pagina

Stai per scoprire alcune interessanti verità sul mondo del “Fare Soldi Online” che i GURU, pur di vendere, omettono sapientemente di raccontarti.

Il web, ahinoi, è sempre più affollato di sparacazzate. Da anni girano in rete venditori di fuffa, peggio dei politici sotto elezione. Le loro argomentazioni sono fenomenali, toccano i tasti giusti, la voglia di scappare, di rivalsa, di cambiare…

…ma nella realtà dei fatti poi, tolta la patina dell’illusione e dopo aver acquistato il loro ennesimo corso, scopri che non c’è nulla di concreto dietro tutto quel marketing sfrontato.

 

I 4 VAMPIRI DEL WEB

Per questo vorrei invitarti a fare molta attenzione ai 4 vampiri che girano sul web da anni. Essi sono molto pericolosi, risucchiano il tuo tempo, il tuo portafoglio e non hanno mai aiutato nessuno a fare soldi online.

Le loro vittime preferite? Medici e terapeuti che vorrebbero trasferire la loro attività online, persone come te che hanno un sogno di libertà professionale e personale, ma ancora non sanno come fare. 

Impara quindi a riconoscerli per non esserne vittima anche tu.

 

1) IL VAMPIRO DELLA PASSIONE

Fai della tua passione il tuo lavoro, vivi la vita che vuoi, senza alzare un dito, ti basta visualizzarlo  e l’universo ti accontenterà e poi si sa che se fai il lavoro che ami, non lavorerai un solo giorno della tua vita.

Questo è il succo del festival dei luoghi comuni che loro ti argomenteranno. Argomenti che toccano il cuore, che smuovono masse di sognatori, ma lascia che te lo dica senza peli sulla lingua:

“Io amo e mi appassiona davvero il mio lavoro. Ma se passo più di 4 ore al giorno, davanti a un pc, inizio seriamente a dare segni di nervosismo e voglia di scappare.”

 

D’altronde non è quello che succede anche a te nella tua vita professionale? Quando sei all’inizio, fai fatica a trovare pazienti e gli appuntamenti scarseggiano, poi quando inizi ad essere conosciuto, ti ritrovi con una mole talmente esagerata di lavoro, di visite e di cose da fare, da iniziare seriamente a pensare di mollare tutto e scappare.

 

AMARE IL PROPRIO LAVORO NON BASTA!!!

Il problema non è il tuo lavoro, che in realtà ti appassiona e tu ami, bensì il modo in cui lo stai gestendo. Devi anche comprendere che, sebbene ami la tua professione di medico o di terapeuta a tal punto, che le ore volano mentre lavori e neanche te ne accorgi, esistono anche altre priorità nella vita.

Prova a ripensare a tutta la lista delle cose che un giorno “vorresti fare” o a tutte quelle promesse fatte al persone che ami, ma che non hai potuto mantenere. Tutto questo per cosa? Per un paziente in più o per far carriera nella struttura in cui lavori?

 

RAGGIUNGERE LA LIBERTA’

“Vivere delle proprie passioni” è una mezza verità raccontata sul web perché VENDE, e anche molto bene. Ma i medici e i terapeuti già vivono della loro passione, sono rari coloro che fanno questo mestiere senza amarlo profondamente.

Semmai l’obiettivo che noi vogliamo raggiungere è la libertà di svolgere la professione che amiamo, nel modo che più ci piace, senza compromessi di tempo o di spazio.

Ogni volta è una grande sfida, ma molti ci sono già riusciti.

 

LA VERITA’ CHE NESSUN VUOL SENTIRSI DIRE

Fai attenzione a non illuderti però, perché nel periodo in cui deciderai di fare questo salto di qualità, dovrai tener conto di due fattori importanti. 2 verità imprenscindibili che tutti i “GURU” evitano abilmente di raccontare, perché limitano le vendite dei loro inutili prodotti:

  1. Creare un sito web e una struttura di vendita online efficace, che ti doni la libertà, richiede tempo. Minimo 3 mesi per avviarlo e almeno 1 anno per renderlo stabile. Il tutto e subito al quale siamo abituati in questa società malata, purtroppo non funziona.
  2. Se davvero vuoi fare soldi online, per un po’ dovrai invertire il tuo ordine di priorità. Dovrai dedicarti quasi esclusivamente a questo progetto. Di giorno fai il tuo lavoro – perché comunque devi campare – di sera ti dedichi a questo.

 

Lo so! La vedo già la tua faccia che fa le smorfie mentre arranchi scuse apparentemente valide come: Ma come faccio con la famiglia?” oppure Mica posso rinunciare alla partita di tennis settimanale con gli amici” o ancora “La sera sono troppo stanco e riesco solo a sprofondare sul divano”, etc. etc. etc.

Beh! Come un vecchio saggio disse: “è pura follia fare sempre le stesse identiche cose e aspettarsi risultati diversi.” Ma la cosa ancora più interessante è che vuoi o non vuoi la vita è sempre in evoluzione e se non sei al passo, ci pensa lei con grandi batoste a farti cambiare.

 

2) IL VAMPIRO DELL’IMPROVVISAZIONE

Ormai su LinkedIn trovi più “fondatori” di un qualcosa che dovrebbe somigliare ad un’azienda che lavoratori sul campo.

La maggior parte di questi aspiranti imprenditori –  che adesso va di moda chiamarli startupper –prima creano un prodotto a loro avviso geniale, poi si rendono conto che devono cercare un pubblico a cui venderglielo – e non sempre è detto che esista! – o un finanziatore disposto a buttare i suoi soldi in un progetto che nel 90% dei casi non funzionerà.

Lo stesso errore lo fanno i medici, i terapisti e i terapeuti. Aprono il loro bellissimo studio nel loro paese con 5.000 abitanti, senza aver fatto alcuna ricerca di mercato e poi vengono da me a piangere, sperando che con il web marketing io gli riesca a far cadere i pazienti dal cielo.

 

COSA VOGLIONO DAVVERO I TUOI PAZIENTI?

Se davvero vuoi fare soldi online con un’attività redditizia sul web, ti conviene sin da subito fare l’esatto opposto dei tuoi colleghi:

“PRIMA VEDI COSA IL TUO PUBBLICO VUOLE, POI GLIELO IMPACCHETTI E GLIELO OFFRI PROPRIO Lì, DOVE LO STA CERCANDO DISPERATAMENTE!”

Qualche genio della fuffa, ancora oggi, per farsi figo o far sembrare il suo corso tale, riprende il solito caso studio della Apple, che è riuscita a creare e vendere prodotti prima inesistenti, aprendo nuovi mercati, innovando, bla bla bla…

…quello che non ti raccontano della Apple, invece, è che ha ottenuto anche diversi fallimenti grazie a questa “filosofia aziendale” e che, soprattutto, poteva permettersi di farli perché aveva miliardi di dollari di supporto alle spalle.

 

LASCIA PERDERE L’INNOVAZIONE

Detto ciò, a meno che tu non abbia una schiera di investitori miliardari pronti a sostenere il tuo “super progetto”, devi lavorare decisamente in maniera diversa: devi prendere la mira e creare il prodotto o il servizio giusto per un pubblico già con i soldi in mano per acquistarlo.

E la cosa bella in realtà, è che nel settore della salute e del benessere, ci sono davvero tantissime “domande latenti” ancora da soddisfare e nelle quali tu puoi inserirti.

In questi anni infatti ho lavorato su tantissimi progetti differenti tra loro:

  • c’era chi semplicemente voleva avere più appuntamenti per le sue terapie, magari online tramite skype; 
  • chi voleva aumentare i pazienti per un nuovo macchinario terapeutico o incrementare le vendite di ottimi prodotti curativi;
  • Ho aiutati alcuni medici e terapeuti ad organizzare corsi e workshop sempre sold out;
  • altri li ho aiutati a fare soldi online, pubblicando libri best seller e video corsi (rendite automatiche di cui parleremo più avanti nel blog.)

 

Chiariamoci, una cosa non è migliore di un’altra. Tutto dipende dalla propria vocazione e voglia di darsi da fare.

 

3) I VAMPIRI DELLA TECNOLOGIA

Devi sapere che io “adoro” gli americani (ironicamente parlando). Loro sono l’emblema, il simbolo dell’avidità umana e principalmente si dividono in due categorie:

  1. Un piccolo gruppetto molto bravo a vendere e…
  2. …una massa di ignoranti sempre pronti a comprare qualsiasi cavolata gli venga offerta.

 

Sì, lo so che anche in Italia non è tanto diverso, non me lo ricordare, ma il punto è che quel piccolo gruppetto composto da geni della vendita (anche se spesso non ne condivido i mezzi) sono davvero bravi in quel che fanno:

  • Hanno fomentato guerre per anni per poter vendere le loro armi.
  • Hanno creato il mito della corsa all’oro per poi vendere ai poveri disgraziati pale e setacci.
  • E man mano si son perfezionati sempre di più in questa tecnica.

 

MITI E LEGGENDE CHE TI FANNO SPENDERE

In Italia, è una cosa più recente, ma è da oltre mezzo secolo oramai che in USA si vendono corsi di motivazione, crescita personale, spirituale, di “libertà finanziaria”.

Il boom e l’espansione in tutto il mondo però è arrivata con l’avvento di internet, dove i vari miti del “lavorare da casa”, “fare soldi online senza fare niente” e i più recenti “nomadi digitali”, hanno avuto modo di diffondersi a macchia d’olio.

Questo vuol dire che sono tutte chiacchiere? Assolutamente no. Io sono un esempio vivente di professionista del web, di persona che ci ha visto lungo e ha deciso di cambiare la sua vita, lavorando grazie a internet.

Ma non bisogna confondere l’obiettivo dallo strumento, la meta con il mezzo che utilizziamo per arrivarci.

 

NON PERDERE DI VISTA L’OBIETTIVO

Fare soldi online con Facebook”, ad esempio, non vuol dire un emerito biiip per te che sei un medico o un terapeuta. Questo social network è uno dei tanti strumenti a disposizione del web marketing, così come lo sono i bot (l’ultima trovata nel momento in cui scrivo), i software per creare landing page, la pubblicità su Google, la SEO, e molto molto altro.

Tutti questi strumenti sono come la pala e il setaccio per chi cercava l’oro. Ma non devi dimenticare mai che l’obiettivo rimane quello di guadagnare più, lavorare meno ed avere così più tempo libero per goderti ciò che davvero conta per te nella tua vita.

 

L’ERRORE PIU’ COMUNE

In questi anni, ne ho visti a migliaia di professionisti che vogliono fare soldi online per svoltare.

E quasi tutti commettono il classico errore di correre dietro all’ultimo gingillo tecnologico, l’ultimo strumento alla moda, tipo la pagina Facebook, l’account Instagram, ClickFunnel, Software “virali”, i bot, etc.

Salvo poi rendersi conto che il tutto non sta funzionando, semplicemente perché non hanno una visione di insieme (strategia) e un obiettivo quantificabile.

 

INIZIARE DALLA SPINA DORSALE

Il nostro corpo è una macchina perfetta e grazie ad un perfetto connubio di intelligenza e forza fisica, abbiamo saputo creare l’inimmaginabile, nel bene e nel male. Ma se il nostro corpo non avesse uno scheletro che ci sostiene, noi non potremmo esistere, non staremmo in piedi, saremmo probabilmente dei vermi striscianti.

Beh! Lo stesso discorso vale quando un medico o un terapeuta vuole creare un business online e fare soldi con esso. Se non crei una solida spina dorsale che sostiene tutta l’attività, probabilmente non starà in piedi.

Tutti i gingilli (software, social, link building, bot, etc.) sono davvero utili solo ed esclusivamente se implementati nel tempo, in una strategia e una visione d’insieme già ben definita.

Altrimenti, è come mettere in campo 11 giocatori male assortiti, senza allenamento e senza un coach che li guidi. Cosa pensi succederà quando gli avversari ben organizzati scenderanno in campo?

“Se davvero vuoi fare soldi online, non fare come la cornacchia che raccoglie tutto ciò che luccica, illudendosi che sia cosa preziosa. Semmai fai come il falco che caccia solo ciò che può nutrirlo e raccoglie solo ciò che serve per creare un nido stabile.”

 

4) IL VAMPIRO DELL’ANALISI

Tempo fa, ho avuto un cliente che voleva vendere corsi di Trading online, il poveretto era preso da quella che io chiamo la paralisi da analisi, tipica di molti dilettanti allo sbaraglio.

A parole, sembrava avere più competenze di me in ambito web marketing.

Seguiva tutti i “guru” esistenti nel mercato italiano ed estero, era membro di tutti i gruppi esistenti sui social ed era sempre bene informato su tutti i “nuovi strumenti” di web marketing che uscivano giornalmente sul mercato (tutti ovviamente imprenscidibili, a detta di chi li vende, del tutto secondari nella realtà dei fatti.)

 

LA PARALISI DA ANALISI, UNA BRUTTA BESTIA!

La cosa che più mi ha colpito di questa persona, è che dopo aver creato insieme tutta la strategia ben dettagliata in ogni suo punto, lui invece di dedicarsi alla produzione dei contenuti, ogni fine settimana veniva colpito dalla paralisi da analisi e voleva cambiare di nuovo tutta la strategia in corso d’opera (peccato mortale del marketing).

Così, dopo un mese di collaborazione, eravamo ancora lì a cercare di decidere qual era la strategia, nonostante io gli avessi ripetuto per un mese intero che dovevamo iniziare con la strategia fondamentale (la spina dorsale) e poi al massimo aggiustare il tiro strada facendo, se non avesse funzionato.

 

SCEGLI IL PERCORSO, INIZIA A CAMMINARE

Per arrivare a Milano da Bari, esistono 2/3 opzioni principali e poi un centinaio di strade variabili. Ma il punto è che una volta decisa la strada da intraprendere, che tu ci voglia andare a piedi, in auto o in treno, il primo passo da compiere è quello di iniziare a camminare.

È probabile che lungo il cammino troverai degli intoppi, strade chiuse, tempo brutto, incidenti, ritardi dei treni, etc. e in quel caso farai una deviazione, ma fino a quando resterai a bari a pianificare il percorso perfetto, di sicuro a Milano non ci arrivi.

 

NON IMPROVVISARE

Ma attenzione, non ti sto dicendo di partire allo sbaraglio. Ti sto consigliando di decidere il percorso più sensato e poi al massimo, se ci sono intoppi, devia leggermente.

La verità è che esiste già un’autostrada, un percorso strategico-essenziale che ha dimostrato funzionare con medici e terapeuti che vogliono fare soldi online. Perché quindi non partire da lì senza dover ogni volta cercare di reinventare ciò che già è stato creato?

 

Io per oggi ti saluto, perché hai davvero parecchio su cui riflettere e meditare. Se ti va, condividi il tuo punto di vista qui sotto nei commenti…