fbpx

Come stare bene con se stessi, anche se lavori nel digitale.

Qui sotto troverai le mie 9 regole (non definitive) per stare bene con se stessi e con gli altri – e godersi veramente la vita – anche se lavori al computer e fai poca vita sociale.

Questo è uno degli aspetti più sottovalutati dagli aspiranti blogger, copywriter, infomarketer e imprenditori digitali, ovvero:

“A lavorare troppe ore davanti a un pc, si corre spesso il rischio di perdere la connessione con il mondo reale.”

 

All’inizio è tutto straordinario: lavori con un pc, ovunque tu ti trova e guadagni… wow!

Ma svanito il velo del sogno magico, in cui sei sempre lì a postare sui social la nuova meravigliosa vita che stai conducendo, arriva il forte impatto con la realtà e scopri che vivere così fuori dagli schemi, non è sempre rose e fiori come pensavi.

 

1) Liberati delle zavorre

Le persone sognano questo tipo di libertà, ma poi vanno nel panico dopo la prima sensazione di leggerezza che iniziano a provare.

Così, impaurite dal vuoto e dall’ignoto, cercano di tenersi ben saldi alle loro certezze, ridicole, spesso orribili, ma pur sempre qualcosa di familiare.

Non c’è nulla di male in tutto ciò, non tutti sono pronti a fare il grande salto. Il problema però nasce nel momento in cui queste persone, aggrappate saldamente alle loro zavorre, pretenderanno da te esattamente la stessa cosa.

Se non impari a lasciarle andare, credimi, ti trascineranno con loro nel baratro di una vita che non hai mai desiderato e che negli anni sentirai sempre più stretta.

 

2) Abbandona le aspettative

Non possiamo cambiare niente e nessuno in questo mondo se non noi stessi.

Anche se qualcosa non va come vorresti o qualcuno non si comporta come ti aspettavi, dovrai iniziare ad accettare il fatto che tutto è esattamente come dev’essere e che ognuno è qui per fare il suo percorso di vita con le sue lezioni da imparare.

Bene o male, giusto o sbagliato, tristezza o gioia… non esistono. Ci sono solo interpretazioni che ognuno di noi dà, in base alle proprie credenze, convinzioni ed esperienze.

Il libro: “Cambia la tua mente per cambiare la tua vita” di Karen Casey – spiega e approfondisce molto bene questo concetto.

All’inizio potresti non comprenderlo, trovarlo ripetitivo, per alcuni tratti persino noioso, ma è un testo che va letto più volte per essere compreso profondamente.

 

3) Goditi la solitudine

Questo tipo di attività che hai scelto, ovvero svolgere la tua professione prettamente online, ti obbliga spesso a stare solo con te stesso.

  • La maggior parte delle volte sarai solo quando viaggi, soprattutto se sei come me e vuoi assaporare un nuovo posto nel dettaglio.
  • Sarai spesso solo quando lavori al computer, perché hai bisogno di concentrarti, scrivere e creare.
  • Sarai spesso solo a prescindere, perché hai scelto una professione libera da vincoli e da orari, con tutti i suoi pro e i suoi contro annessi.

Capiterà spesso che quando tu sei libero gli altri lavorano e quando gli altri sono liberi, tu avrai una commissione urgente da completare e dovrai lavorare qualche ora extra.

Alcuni risolvono questa cosa andando a lavorare nei Coworking. Io invece approfitto di questi lunghi periodi, solo con me stesso, per zittire la mente e guardarmi dentro.

 

4) Usa bene la tecnologia

Internet ci ha solo illuso.

Nonostante l’enorme mole di aspiranti lavoratori digitali che sta venendo fuori, l’essere umano continua ad avere bisogno sempre delle solite certezze, di fare branco per sentirsi protetto, di stare in mezzo agli altri per stare bene con se stessi.

Paradossalmente, chi lavora sul web e dovrebbe quindi essere libero, tende ad avere lo stesso identico comportamento di tutti gli altri.

Il problema è che non lo fa più nel mondo reale, bensì sui social media e surrogati vari, passando ore a chattare, condividere, mostrare sue foto mentre lavora al computer con vista sul mare, dimenticando che il mondo reale è la fuori e lo sta aspettando.

Per quanto mi riguarda: una chiacchierata, davanti a un buon bicchiere di vino, mentre mi perdo in quei 2 immensi occhioni verdi, non potrà mai essere sostituita da lunghe ed inutili chattate su Facebook o WhatsApp.

 

5) Fai nuove esperienze

Hai mai parlato con persone che hanno fatto sempre le stesse identiche cose per 10, 20 o 40 anni?

Hai notato che quando gli fai un discorso differente da quello che è il loro pensiero, ti sembra di parlare con un muro di cemento?

Fare esperienza è uno dei motivi principali per cui c’è stato donato questo corpo fisico e una mente pensante. Siamo qui per imparare una lezione.

Il punto è che non ci è concesso sapere in anticipo qual è la lezione e quindi l’unico modo che abbiamo per scoprirla è quello di fare nuove esperienze, imparare cose nuove, uscire dagli schemi della routine e delle abitudini quotidiane.

Si parte dalle piccole cose, come ad esempio non sedere mai nello stesso posto a tavola per mangiare, intraprendere ogni volta una strada diversa per andare nello stesso posto, per poi passare all’apprendimento di nuove competenze e fare nuove esperienze sempre più straordinarie.

 

6) Vivi come i cani

Per stare bene con se stessi e con gli altri, dovremmo imparare a vivere come i cani o come fanno tutte le specie animali (tranne l’uomo).

Io osservo e imparo molto dalla mia piccola:

  • Se io sto lavorando, lei si sdraia vicino a me e dorme.
  • Se usciamo fuori, lei se ne va in giro e inizia ad esplorare ed annusare il mondo.
  • Se la porto in un posto nuovo, ne annusa ogni angolo felice come una pasqua.
  • Se è all’aperto corre.
  • Se è stanca dopo aver corso, si mette al sole e riposa.
  • Se ha sete beve.
  • Se ha fame mangia.
  • Se la lascio in casa, si mette sul suo cuscino e aspetta.
  • Se si sta annoiando nell’attesa, distrugge qualcosa 🙂
  • Appena arrivo (anche se son mancato 10 minuti) mi fa una grande festa, manco non ci vedessimo da anni.
  • Insomma, vive costantemente nel qui e ora.

Zero seghe mentali.

Il mio cane si gode il presente più di quanto io stesso riesca a fare.

 

7) Ottimizza il tuo tempo

Qualche anno fa, iniziammo una collaborazione con un’erborista davvero in gamba.

L’obiettivo era di far crescere la sua attività, ma molto presto iniziarono ad arrivare le classiche problematiche:

  • gli dicevo di scrivere degli articoli per il blog ma non aveva tempo;
  • gli chiedevo quando potevamo registrare i video, ma non aveva tempo;
  • Finché un bel giorno, ho scoperto che tutto il tempo in cui non c’erano clienti in negozio (ed era parecchio) lei lo passava al telefono a chiacchierare con un suo amico.

Ognuno è libero di fare quel che vuole con il suo tempo, l’importante è non meravigliarsi poi degli scarsi risultati.

Se niente tu fare, niente tu ottenere. 🙂

Un ottimo libro che ti insegna a gestire meglio il tempo e ad essere più produttivo è “Produttività 300%” di Max Formisano.

 

8) Fai il tuo dovere

La leonessa non può permettersi di dire: “questa mattina non ho voglia di cacciare, me ne sto a letto.” Non lo pensa neanche. Sì alza tutte le mattine e per istinto va a cacciare per non morire di fame.

Prendi esempio dagli animali in natura e, anche se speri e ti stai dando da fare per un futuro migliore, svolgi sempre al meglio il tuo dovere attuale.

Se in questo momento il tuo lavoro è quello di cameriere, fai in modo di essere il più bravo sulla piazza. Sii il meglio che puoi essere in tutto quello che fai, sfruttando gli strumenti che hai.

Se lo farai, giorno dopo giorno, riscoprirai una soddisfazione innata e soprattutto, cosa ancor più importante, prima o poi i conti torneranno al tuo capezzale.

 

9) Dai il buon esempio

Potrei spiegarti a voce come ballare Salsa e Bachata per ore e ore e sono certo che non impareresti una mazza. Dammi invece mezz’ora e un po’ di musica e usciresti dalla sala che, quantomeno, hai imparato il passo base.

Nella vita, in ogni ambito, funziona uguale.

Vedo fin troppo spesso in giro medici sovrappeso e psicologi sull’orlo di una crisi di nervi. Ho conosciuto maestri spirituali tenere il loro bel discorso sul rispetto dell’essere umano e poi uscire fuori a fumare.

La maggior parte di loro, faceva finta di non capire, mentre gli spiegavo le motivazioni per cui “fumare” equivale a “non rispettare”.

Sii coerente in tutto ciò che fai nella tua vita, lascia perdere le teorie e le chiacchiere, e sii il buon esempio che avresti voluto avere.

Non ho mai detto che sia facile, ma impegnarsi verso questa direzione è già un grande passo.

 

Il momento giusto

La vita è molto più semplice di quanto noi ce la complichiamo.

Ho sognato per anni di andare a vivere a Londra. Un bel giorno mi sono deciso, ho fatto le valige e son partito.

Dopo 3 mesi son tornato indietro perché ho scoperto che vivere in quella città proprio non mi piace. Immagina se non l’avessi mai fatto? Starei ancora lì a fantasticare.

 

Se vuoi vivere fronte mare, affitta una casa e semplicemente vai a viverci. Se poi ti rendi conto che non ti piace, cambia di nuovo.

Qualunque cosa vorresti fare, falla adesso. Gli anni passano velocemente e rischi davvero di morire, aspettando quel “momento giusto” che non è mai arrivato!

 

Questo post è stato un po’ più lungo degli altri, ma se sei arrivato fin qui, probabilmente lo hai apprezzato.

Condividi il tuo punto di vista qui sotto nei commenti (rispondo a tutti personalmente)…

 

Tag: ,

Condividi questo post con il mondo!

1 COMMENTO

  1. Pingback: 4 libri stupendi che hanno cambiato (indelebile) la mia vita!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

 

© 2009 · Cosimo Melle · Privacy