Seleziona una pagina

Oggi scoprirai come Trovare Nuovi Clienti, se lavori nel settore della Salute, del Benessere o della Crescita Personale: 6 azioni concrete ed efficaci che, se messe in pratica, possono portare notevoli risultati.

Mi rivolgo a questi 3 settori perché sono quelli in cui mi sono specializzato negli ultimi anni – ma le strategie qui sotto possono tornare utili anche a tutti coloro che svolgono una qualsiasi libera professione.

 

1) Fatti notare!

Il primo passo, dagli albori ad oggi, rimane sempre lo stesso: CATTURARE L’ATTENZIONE!!!

Come spiega molto bene Joe Vitale, nel suo libro “Buying Trances“, le persone oggi vivono in uno stato di trance e disattenzione costante. Quindi puoi anche avere i prodotti o i servizi più belli del mondo, ma se non catturi il loro interesse e non li invogli ad entrare in contatto con te, difficilmente riuscirai a trovare nuovi clienti.

Chiediti ogni giorno:

”L’entrata del mio studio, i miei profili Social, la mia pubblicità, il mio sito web, il mio bigliettino da visita, stanno contribuendo a catturare l’attenzione e a portarmi nuovi clienti?”

 

Ci sono diversi modi per attirare l’attenzione su di sé (professionalmente parlando), ma questi 4 hanno già ampliamente dimostrato di funzionare:

1. SII ORIGINALE

 

2. FAI UNA GRANDE PROMESSA

 

3. DAI GRATIS LE INFORMAZIONE CHE CERCANO

 

4. FAGLI FARE UN TEST

 

Oltre al libro citato sopra di Joe Vitale, ti consiglio anche quest’altra lettura: “Neuromarketing” di Patrick Renvoisé e Cristophe Morin.

 

2) Offri esattamente ciò che vogliono!

Agli inizi della mia carriera ho avuto un cliente che organizzava corsi con erogazione di crediti ECM (educazione continua in medicina).

I corsi che organizzava erano molto interessanti, gli argomenti trattati utili ed io già immaginavo una pubblicità in cui avrei esaltato la qualità e lo spessore dei contenuti trattati. Ma analizzando più in profondità la situazione, l’unica cosa che interessava alla maggior parte degli operatori in ambito sanitario e medico, era di ottenere quanti più crediti ECM possibile con la minor spesa.

Tralasciando la profonda amarezza e mettendo da parte cosa realmente penso del sistema sanitario italiano e di questi personaggi, il punto fondamentale è proprio questo, se vuoi trovare nuovi clienti devi rispondere costantemente alla domanda:

COSA VUOLE VERAMENTE IL TUO CLIENTE?

In questo caso, il lavoro che siamo andati a fare nella promozione, non era tanto sul comunicare la qualità del corso (sebbene erano molto belli e ben strutturati) bensì abbiamo puntato sul loro reale bisogno: ovvero presentare a fine anno tot crediti al prezzo più basso possibile.

 

NOTA BENE

Se il tuo pubblico cerca il prezzo più basso, a meno che tu non abbia aperto un discount, non è per niente un buon segno. Non solo con la battaglia sul prezzo i margini di guadagno sono ridotti e risicati, ma è anche ampliamente dimostrato che i clienti che spendono poco, sono pure dei grandi rompixxxxxni.

 

3) Fatti trovare online!

Tecnicamente si dice che devi posizionare il tuo sito web, nella prima pagina del motore di ricerca Google, con le parole chiave per cui ti interessa essere trovato.

Posizionamento Seo Keyword: "Digiuno"

Nell’esempio che vedi qui sopra, infatti, essendo il dottor Cocca specializzato in “digiuni igienisti”, ho fatto in modo che lui fosse presente in prima pagina con la parola chiave: “digiuno terapeutico“.

Ma non basta! Io personalmente, ad esempio, utilizzo questi 3 strumenti per trovare nuovi clienti (come puoi vedere dai primi 3 riquadri della mia STRATEGIA):

Vediamoli insieme:

APRIRE UN BLOG

Soprattutto nel settore della medicina, della salute e della crescita personale, le persone sono affamate di informazioni. Inoltre c’è molta concorrenza, quindi per trovare nuovi clienti / pazienti / partecipanti, devi far vedere loro che sai il fatto tuo.

 

“Le persone vogliono prima testare con mano (GRATIS), quali sono le tue conoscenze, esperienze, competenze. Cosa tu puoi fare veramente per loro?

 

Sai perché Simona Oberhammer è la naturopata più seguita d’Italia? Perché è una delle poche che ha aperto e curato un blog in modo professionale, dando gratuitamente un sacco di informazioni utili ai suoi lettori. Cosa che la maggior parte dei dottori e terapeuti non fa.

Oppure puoi pensare seriamente di aprire un canale YouTube, come ha fatto lo psicologo Luca Mazzucchelli.

 

UTILIZZARE FACEBOOK ADS

In questo periodo, i “professionisti del web marketing”, pronti a venderti l’ennesimo inutile corso da migliaia di euro, sono tutti lì a decantare l’efficacia della pubblicità su Facebook e su quanto sia “facile” trovare nuovi clienti con questo servizio.

La verità è che questo è un’ottimo strumento, se utilizzato in una strategia di marketing accuratamente pianificata.

Ti è mai capitato ad esempio di sentir dire a qualcuno: “Ho provato a fare pubblicità su Facebook, ma dopo qualche giorno ho sospeso perché mi fregava soldi senza procurarmi vendite.” Bene! Questo è il classico esempio di “MARKETING IMPROVVISATO” all’italiana. Ti prego, non farlo.

 

“Utilizza questo strumento solo dopo averlo studiato attentamente oppure affidati a professionisti comprovati, che possano mostrarti dei casi studio reali di successo (meglio se nel tuo settore!)”

 

Ricorda anche che:

  • costa meno della pubblicità classica, è vero. Ma Facebook Ads ha un costo importante. Quindi devi avere un margine di guadagno tale da giustificare l’investimento;
  • prima di buttarti alla cieca, studia bene argomenti come lead, funnel e direct response marketing;
  • a causa del regolamento di questo Social, è davvero complicato promuovere prodotti o servizi che trattano il dimagrire, la sessualità, l’ansia e molti altri.

 

Se stai pianificando e progettando il tuo business online, non sottovalutare quanto ti ho appena detto.

 

UTILIZZARE GOOGLE ADWORDS

AdWords, da non confondere con il pessimo: “Adwords Express“, può essere un’ottimo strumento, se utilizzato nel modo giusto e senza rischiare di buttare via i propri soldi.

Sinceramente lo utilizzo poco, spesso come seconda o terza opzione, perché il costo per click è troppo elevato. Una volta ho fatto la pubblicità per un’erboristeria, nell’arco di 20 km dalla zona in cui aveva aperto, e nonostante non ci fosse concorrenza di alcun tipo, voleva farmi pagare quasi 1€ a click!!!

Una dittatura, quella di Google, che purtroppo per noi può permettersi, in quanto non esistono valide alternative al suo motore di ricerca. Ma il punto fondamentale è che Google AdWords può essere un ottimo strumento da utilizzare, se vendi un servizio ad alto costo ed hai un margine di guadagno molto elevato.

 

4) Organizza eventi (gratuiti e non)!

Tempo fa ho conosciuto un’erborista molto brava nel fare questo. Lei teneva ogni settimana degli eventi in cui spiegava le proprietà dimagranti, depurative e così via, di una determinata pianta. Poi tirava fuori i suoi prodotti con l’ingrediente segreto sopra decantato, ti spiegava dettagliatamente come utilizzarli e… beh! Inutile dirti che gli eventi (gratuiti) erano sempre pieni e alla fine quasi tutti compravano i prodotti presentati.

Ma questo vale per qualsiasi tipo di evento. Ultimamente infatti ho partecipato ad un seminario molto bello in cui si parlava di “Amore, spiritualità e consapevolezza” – la relatrice ha fatto un ottimo lavoro di introspezione con tutti noi partecipanti. Ma in realtà, se poi vuoi fare un lavoro più profondo, dovrai comunque rivolgerti a lei e intraprendere un percorso one to one.

 

“Esistono diversi tipi di eventi che puoi organizzare: corsi, seminari, workshop, soggiorni, ritiri. Oppure puoi partecipare come oratore agli eventi organizzati da altri.”

Oppure, ma questo te lo consiglio solo come ultima opzione, puoi partecipare alle fiere di settore.

Tieni presente che organizzare un evento è molto impegnativo, ma i risultati sono straordinari perché dai alla gente la possibilità di conoscerti, come persona e come professionista, e li educhi ad utilizzare correttamente i prodotti.

Gli eventi, soprattutto quelli gratuiti, sono sempre molto apprezzati 😉 in quanto le persone, in realtà, “comprano” prima te e poi ciò che hai da offrirgli. Per questo sono un’ottima strategia per trovare nuovi clienti costantemente.

 

5) Scrivi per riviste e blog di settore!

Le riviste e i blog sono sempre alla costante ricerca di informazioni da pubblicare. Se poi son gratuite e di buona qualità, ben vengano ancor di più. Molto bravi nell’adoperare questa strategia sono ad esempio il dott. Berrino o Lucia Giovannini, li trovi praticamente su quasi tutte le riviste in cui si parla di salute e benessere.

 

“Il vantaggio è che verrai riconosciuto come esperto dell’argomento di cui scriverai e ti farai pubblicità gratuitamente.”

 

Le pubblicità a pagamento invece ti sconsiglio vivamente di prenderle in considerazione. La concorrenza è alta, i prezzi sono esagerati e il misero numero di clienti che riesci ad ottenere non giustifica per nulla l’alto investimento. Ti basta pensare a come salti regolarmente la pubblicità quando leggi una rivista, non è vero?

Inoltre ponderà bene il tipo di riviste a cui proporti per scrivere. Devono essere riviste che leggono i tuoi potenziali pazienti e non gli operatori del settore o tuoi colleghi, a meno che non vendi corsi di aggiornamento a questi ultimi. Tutto dipende sempre dal tipo di pubblico a cui vuoi puntare.

 

6) Crea relazioni efficaci!

Viviamo in un mondo digitalizzato, è vero, ma paradossalmente la capacità di creare relazioni utili ed efficaci è una delle skills fondamentali per il tuo business e per la tua vita.

Non rimanere chiuso tra le quattro mura di casa tua o del tuo negozio o ufficio, frequenta ambienti utili alla tua attività. Dove possono venir fuori nuovi clienti, collaboratori, pazienti…ma anche persone che arricchiranno la tua esistenza sotto tanti punti di vista (anche non strettamente legati alla tua professione o attività.)

La lettura del libro “Come trattare gli altri e farseli amici” di Dale Carnegie  è d’obbligo per chiunque lavori a contatto con la gente. Se non hai ancora letto questo libro, ti consiglio di farlo prima possibile.

 

 

I PAZIENTI NON SONO CLIENTI… DAVVERO?!?

Inoltre vorrei fare un piccolo appunto soprattutto ai medici (olistici e non). Molti di questi “personaggi” sono davvero curiosi, in quanto si offendono se chiamo “clienti” i loro pazienti.

 

“Ora, capisco perfettamente che chiamarli pazienti ti fa sentire una persona migliore, impegnata in una missione divina superiore, ma se alla fine della terapia ti fai pagare, il vostro rimane comunque uno scambio commerciale.”

 

In altre parole, per quanto tu gli possa voler bene e ci tieni alla sua guarigione, il paziente è comunque un tuo cliente, niente più niente meno.

Probabilmente tu hai molta cura dei tuoi pazienti, non li consideri dei polli da spennare, ma degli esseri umani da seguire, curare, aiutarli a prevenire, certo… ma il problema non è nella forma con cui li chiami, bensì nella persona che eroga il servizio.

Ci sono aziende, anche in altri settori, che si prendono cura dei loro clienti manco fossero dei “pazienti”, e ci sono dottori che invece trattano i loro pazienti come se fossero solo dei clienti (o peggio ancora delle cavie) da spennare.

 

L’ultima regola fondamentale per trovare nuovi clienti!

Le idee per trovare nuovi clienti sono molte e ognuna richiede il giusto tempo e impegno.

Il mio consiglio è di dedicarti ad una di queste strategie per volta e solo quando sei riuscito a farne funzionare una, puoi passare alla successiva. Se decidi di organizzare eventi concentrati su quello. Se decidi che è arrivato il momento di farti trovare sul web, dedicati ad esso.

Credimi, ogni strategia richiede tempo, soldi, sbattimento e spesso accade che non riesci a centrare l’obiettivo al primo colpo. Io personalmente, quando ci sono dei piccoli fallimenti, mi consolo pensando a Thomas Edison, che ha fatto 10.000 tentativi prima di riuscire a creare una lampadina… (e diventare ricco, vendendola).

 

Ora dimmi: stai già applicando alcune di queste strategie? Condividi i risultati ottenuti qui sotto nei commenti…